Programma

I NOSTRI VALORI E LA NOSTRA PROPOSTA

Ci sono valori, alcuni dei quali strettamente legati al territorio, come:

  • l’identità e l’autonomia, la responsabilità, la solidarietà, la sussidiarietà, la sostenibilità, la sobrietà, l’idea di un’amministrazione partecipata e condivisa,

che saranno il filo conduttore del nostro agire politico.  Su questi valori si basa il programma proposto, il nostro agire, il nostro impegno.

Per renderli operativi il nostro programma amministrativo prende spunto da quattro elementi fondamentali che ne costituiscono la struttura e che indirizzeranno il nostro operato quotidiano :

  • La centralità dei nostri cittadini, delle Aziende, delle Associazioni, del Volontariato.
  • L’attenzione al Territorio, grande risorsa che dobbiamo ulteriormente valorizzare.
  • Il ruolo dei giovani come motore di innovazione e di sviluppo per l’Economia.
  • La solidarietà sociale come opportunità per affrontare e superare le difficoltà delle famiglie e per ritrovare quella coesione e quell’identità locale spesso perduta.

IL PROGRAMMA

–> SCARICA VERSIONE COMPLETA <–

Non abbiamo sicuramente la pretesa di poter risolvere tutti i problemi e di poter dare risposta a tutte le molteplici problematiche che ci verranno sottoposte ed evidenziate;  e siamo anche coscienti che esistano tante problematicità ancora irrisolte, acuite negli ultimi anni dalla crisi nazionale e mondiale che ha colpito anche l’economia locale e ha ridotto drasticamente le disponibilità e le risorse finanziarie degli Enti Pubblici. Tuttavia, partendo da questa diffusa ed oramai assodata consapevolezza, siamo convinti che sia giunto il momento di rilanciare il nostro Territorio partendo proprio dalle (tante) risorse che abbiamo e cercando di introdurre nuove idee, nuove opportunità per la nostra cittadinanza, impegnandoci a fornire soluzioni attuabili e concrete alle tante questioni aperte , operando con passione e coraggio per il raggiungimento degli obiettivi che ci siamo dati e che, ottenuta la fiducia, ci daremo insieme. Questo perché crediamo che il programma andrà condiviso soprattutto successivamente al periodo elettorale.

Il Comune al Servizio del Cittadino e per il Cittadino.

In una fase di crisi economica e sociale come quella attuale il ruolo del Sindaco, della Giunta e dell’Amministrazione si deve basare sulla grande disponibilità alla valutazione e alla ricerca di soluzioni delle criticità vissute dai cittadini e con essi, delle associazioni e delle imprese, trasformando tutti questi soggetti in portatori di interesse non solo proprio ma anche collettivo. A tal proposito sarà fondamentale il loro coinvolgimento nella Qualificazione del nostro territorio come risorsa strategica per lo sviluppo, attraverso una grande disponibilità al dialogo e all’ascolto che si baserà su :

  • Udienze calendarizzate del sindaco e della giunta improntate alla massima disponibilità
  • Impegno ad effettuare un incontro periodico (con cadenza almeno annuale) nelle frazioni
  • Trasparenza, Comunicazione ed Informazione con puntuale divulgazione alle famiglie delle attività svolte

Pinè e il suo Territorio.

Particolare attenzione va posta alla Manutenzione e alla Valorizzazione del nostro territorio, attraverso un imprescindibile recupero dei rapporti con le Amministrazioni Separate di Uso Civico, ma anche attraverso forme di coinvolgimento delle numerose ed attive Associazioni presenti nell’Altopiano.

  • Rapporto con le Asuc : partendo dalla considerazione che Comune e Frazioni sono un unicum degli stessi censiti si deve addivenire ad un nuovo patto per un autentico sviluppo del territorio nel rispetto delle reciproche identità e competenze.
  • Idea del “Patto per il Territorio” con le Associazioni : a fronte della garanzia degli attuali standard di finanziamento comunali, si proporrà alle Associazioni che ne beneficiano l’impegno a condividere con l’Amministrazione Comunale e le ASUC la cura di piccole aree di territorio ritenute particolarmente interessanti per l’impatto turistico-ambientale
  • Attenzione alla mobilità sostenibile del territorio, con particolare riferimento alla percorribilità di percorsi, passeggiate e marciapiedi da parte di persone con disabilità (ma anche di famiglie con passeggini e/o anziani) al fine di consentire una migliore qualità della vita di tutti, residenti e ospiti

L’Economia.

Vanno valorizzate le peculiarità dell’altopiano, favorendo e ricercando interventi sia nelle opere che nei servizi, che possano creare valore aggiunto sia al vivere civile che all’economia. Ci piace pensare che insieme si possa guardare avanti, alla Pinè Futura, e cogliere, anche in un momento di crisi come l’attuale, quelle particolarità che possono rilanciare Pinè garantendo una miglior qualità della vita a residenti ed ospiti.

  • Modifica delle norme di attuazione del P.R.G.  allo scopo di agevolare in maniera armonica gli interventi di ristrutturazione, sopraelevazione e ampliamento delle abitazioni private, incentivando in tal modo interventi di recupero e miglioramento edilizio delle nostre frazioni.
  • Recupero dell’area delle Colonie di Rizzolaga attraverso l’adozione di un “Contratto di Valorizzazione” tra Comune e Soggetto Privato volto a trasformare la struttura in un polo che possa beneficiare della splendida posizione e possa creare un volano occupazionale per i cittadini
  • Rilancio del Commercio nei Centri Storici dell’Altopiano
  • Potenziamento del Turismo dell’Altopiano migliorando le strutture esistenti e attraverso il giusto mix tra valorizzazione del territorio e organizzazione di grandi eventi
  • Risoluzione delle annose questioni legate al settore del porfido, che stanno rappresentando un problema non solamente economico ma anche sociale del nostro territorio, rendendo operativo il piano cave con l’attuazione degli ambiti, allo scopo di salvaguardare l’ambiente, il patrimonio, l’occupazione e il futuro del settore del porfido.
  • Valorizzazione delle produzioni agricole proprie del nostro territorio con incentivo alle iniziative imprenditoriali nel settore primario, attingendo o facendosi comunque parte attiva nella ricerca delle risorse finanziarie provinciali ed europee volte al sostentamento dell’economia agricola.  Sostegno alle iniziative di ripristino di aree a pascolo nelle vicinanze dei centri abitati e sviluppo del “Sentiero del Gusto”, realizzato con la compartecipazione dei privati e volto a far conoscere al cittadino e al turista la realtà agricola pinetana, incentivando l’acquisto di prodotti “a km 0”
  • Incentivazione dell’attività sportiva professionale ed amatoriale come fonte di benessere per i nostri cittadini ma anche come volano imprescindibile per la nostra economia, valorizzando le tante iniziative proposte dalle associazioni locali con una ricaduta sociale ed economica sul territorio.
  • Miglioramento delle infrastrutture tecnologiche presenti sul territorio,  promuovendo il collegamento con la fibra ottica tutti gli edifici pubblici e attivando degli abbonamenti sia per gli addetti ai lavori che per i cittadini interessati;

Il Sociale.

In questa fase bisogna essere consapevoli delle difficoltà concrete presenti in molte delle nostre famiglie. Riteniamo necessario pertanto

  • realizzare un Tavolo di Confronto e di Lavoro (Consulta) sulla disoccupazione giovanile e sul reinserimento dei lavoratori “anziani” che hanno perso il proprio posto o hanno cessato la propria attività imprenditoriale;
  • creare situazioni di solidarietà e relazioni fra le persone, rispettando le diversità di ognuno, le culture e le condizioni.
  • porre particolare attenzione all’educazione e alla formazione delle nuove generazioni, che non dovrà mai calare poiché l’aiuto alla famiglia si estrinseca anche e soprattutto in una maggior dotazione di servizi.
  • collaborare con le Associazioni e le Cooperative esistenti sul territorio per incentivare la realizzazione di attività di assistenza, ludiche, di studio e ricerca, di ritrovo

Interventi ed Opere Pubbliche.

Riteniamo opportuno individuare degli obiettivi concreti che puntino alla realizzazione di interventi mirati per il nostro Territorio e che ne sappiano qualificare ulteriormente l’offerta.

  • Acquedotto comunale e sottoservizi:   realizzare una mappatura completa e programmare una scaletta di interventi per la manutenzione e miglioramento del nostro sistema acquedottistico e dei sottoservizi
  • Rivedere integralmente l’intervento di realizzazione della nuova Biblioteca Intercomunale, comunque necessario per dare il via al progetto dei Poliambulatori presso l’attuale sede di Via del 26 Maggio, puntando sul recupero di un edificio già esistente.
  • Completare i collegamenti ciclopedonabili tra i due Laghi (Serraia e Piazze) e tra Baselga e Montagnaga.
  • Dare priorità al completamento e/o alla realizzazione delle opere di messa in sicurezza delle strade di maggior percorrenza dell’Altopiano.
  • Incrementare la spinta ad azioni in sinergia tra comune e ASUC per la realizzazione di piccole/medie opere di manutenzione delle singole frazioni,
  • Individuare ulteriori opere che possano realmente rispondere alle esigenze di una comunità che guarda al presente ma non si nasconde il futuro (sociale, culturale, sportivo, economico) con un occhio attento all’artigianato, al commercio, alla agricoltura, all’industria: in una parola alla possibile occupazione soprattutto giovanile.

Mondo Giovanile, Cultura e Sport

Le nuove generazioni sono un elemento imprescindibile per la crescita della nostra società. Le iniziative dedicate ai giovani andranno pertanto realizzate garantendone la giusta centralità nel nostro sistema sociale
Stessa imprescindibilità per il nostro tessuto sociale e il ruolo svolto dalla Cultura, intesa non solo come Sapere e Conoscere, ma soprattutto come occasione di Scambio e di Condivisione, da valorizzare attraverso l’individuazione di spazi adeguati alle attività delle associazioni e un adeguato sostegno alle iniziative da loro promosse
Nell’ambito dello Sport, riteniamo fondamentale valorizzare l’area sportiva di Miola con gli opportuni interventi, aprendola a tutte le discipline e ricercando sia a livello nazionale che europeo ogni possibile risorsa per una migliore qualità del servizio, cercando anche di recuperare i finanziamenti persi recentemente (a causa dello stralcio da parte della Provincia dell’appalto per la realizzazione del Centro Acquatico) per investirli in progetti innovativi, sostenibili e remunerativi per il tessuto economico e sociale del nostro Comune

Conclusioni.

Il candidato Sindaco Flavio Anesi e tutti i componenti della lista si pongono a disposizione della comunità in un momento particolarmente difficile dove paiono smarrite fiducia e speranza, soprattutto per il mondo giovanile.
Siamo coscenti che il ruolo che compete alla pubblica amministrazione non può da solo risolvere tutti i problemi della comunità ed individuali, ma siamo anche consapevoli che servono competenze e disponibilità accanto ad un nuovo ottimismo.
Ci proponiamo di attivare un nuovo metodo di confronto con l’imprenditoria, il volontariato sociale e sportivo, il mondo dell’istruzione e della cultura, e con quanti in diversi modi si rapportano con l’istituzione comunale.
Chiediamo per questo la fiducia dei cittadini di Baselga di Piné, assicurando fin d’ora la massima disponibilità all’ascolto, a proposte che provengano dai diversi settori, a progettualità nuove anche in campi ad oggi non esplorati.

Tra tradizione ed innovazione, un nuovo domani  per il nostro Altopiano

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *